Fecondazione assistita

Tecnica medica di unione artificiale tra due gameti

La fecondazione assistita, o fecondazione artificiale, è una tecnica medica riproduttiva attraverso la quale si uniscono due gameti artificialmente.
I gameti sono cellule riproduttive o germinali maturi e si dividono in maschili (gli spermatozoi) e femminili(gli ovociti).
Fecondazione assistita è sinonimo di procreazione assistita.

fecondazione assistita presso il centro CMR

Parliamo di fecondazione omologa quando spermatozoo e ovocita impiegati appartengono alla coppia di genitori del nascituro, dai quali erediterà il patrimonio genetico.

Si parla di fecondazione eterologa quando il seme o l’ovocita provengono da un elemento esterno alla coppia.
Questa tecnica riproduttiva in Italia oggigiorno è permessa, grazie a modifiche apportate alla legge n. 40 del 19 febbraio 2004 che reca le “Norme in materia di procreazione assistita”.

Questa legge ha creato forti discussioni sulla sua "costituzionalità", tanto che, dalla data della sua nascita, è già finita infatti cinque volte in tutto sui banchi della Corte Costituzionale - nel 2005, due volte nel 2009, una nel 2010 e una nel 2012 - e diciassette in tutto se si aggiungono anche le pronunce dei tribunali.

L'ultima volta è stato nel 28 agosto del 2012, quando la Corte Europea di Strasburgo dei diritti umani ha rimesso in discussione la legge 40, dando ragione a Rosetta Costa e Walter Pavan, che, essendo entrambi portatori sani di fibrosi cistica, avevano richiesto di poter far ricorso alla procreazione assistita e alla diagnosi preimpianto (»leggi il resto).

Nella fecondazione assistita o artificiale che dir si voglia, rientrano tecniche quali l'inseminazione intrauterina, la fivet, l'icsi, la mesa, la tesa, ecc.

Per scoprire di più sulle varie tecniche utilizzate all’interno del CMR (Centro di Medicina Rirproduttiva) e sulla fecondazione assistita visitate questo link. La fecondazione assistita può anche essere completata con il PGT per trasferire embrioni privi di tare genetiche.